Domande frequenti

Le validazioni del biglietto ordinario o del biglietto giornaliero successive alla prima, effettuate all’interno del periodo di validità, non prorogano la validità del titolo di viaggio, che decorre sempre dalla prima timbratura (75 minuti per il biglietto ordinario e 24 ore per il giornaliero). Ad ogni trasbordo viene stampata una riga con la lettera C che indica l'ulteriore convalida effettuata.

I verificatori sono stati formati per fornire tutte le informazioni e i chiarimenti sulla validazione obbligatoria. Tutti i cittadini possono rivolgersi anche al numero verde 800 913 003 oppure consultare l’apposita sezione sul questo sito. Per eventuali segnalazioni è possibile uilizzare l’apposita sezione del sito web
Vanno mostrati all’autista, salendo dalla porta anteriore, il biglietto ordinario acquistato a bordo, se si sale su un secondo mezzo nell’arco di tempo della sua validità (75 minuti), l’abbonamento Mi muovo ferroviario e l’abbonamento Mi muovo Citypiù
No, le validazioni successive alla prima del Citypass e degli altri titoli multicorse all’interno del periodo di validità (75 minuti per il Citypass, durate diverse a seconda delle zone per il Tesserino Metropolitano) non consumano altre corse e non prorogano la validità della corsa, che decorre sempre dalla prima timbratura.

Al primo trasbordo viene stampata una riga ulteriore con la scritta "CONTINUA". Ciò indica che si sta proseguendo il viaggio senza consumare ulteriori corse.
Le convalide successive alla prima non estendono la validità della corsa che rimane di 75 minuti dalla prima validazione. Per i successivi trasbordi la regolarità del titolo viene indicata esclusivamente dalla luce verde sulla validatrice, per non raggiungere il limite delle righe stampabili disponibili sul titolo stesso.

Sì, l'autista segnalerà il problema agli operatori. Per ottenere il rimborso del titolo può recarsi in un punto TPER o utilizzare il sito web dell'azienda attraverso il modulo reclami o il modulo rimborsi, indicando per l'evento in questione data, ora, linea e matricola del mezzo.

I dati, incamerati nel database di Tper, vengono resi automaticamente anonimi e memorizzati per analisi statistiche sui flussi che permetteranno di pianificare meglio il servizio.
I dati di convalida riferiti ai singoli abbonati vengono resi anonimi entro le 72 ore dalla loro trasmissione al database della società. Una procedura informatizzata che garantisce l'anonimato - in adempimento a quanto prescritto dal Garante sulla privacy - elimina in automatico il link del record di validazione con l'anagrafica degli utenti, per cui non è possibile risalire agli spostamenti del singolo utente.
Sì, tranne gli abbonamenti integrati ferroviari con Trenitalia.
La validazione obbligatoria richiede un cambio di abitudini soprattutto per gli abbonati. Si tratta di un piccolo gesto, utile però a rendere più efficace la lotta all’evasione e a mettere in condizione l’azienda di migliorare ancora il servizio, senza aumentarne il costo.

Se ti è possibile, segnala il difetto all'autista e prova ad utilizzare la seconda macchina validatrice. Se invece è il titolo ad essere difettoso devi rivolgerti alla biglietteria per la sostituzione

Sui Bus extraurbani, che per la tipologia di servizio lo consentono, gli autisti possono vendere biglietti. Sui Bus urbani frequenza e affluenza non permetterebbero di delegare all'autista questo compito. Tuttavia sulla stragrande maggioranza dei mezzi urbani è disponibilie un'emettitrice di bordo.

L'art 40 della L.R. 30/98 e succ. modifiche e integrazioni, non stabilisce un termine per avviare la validazione obbligatoria, ma è allo studio a livello nazionale una normativa che la potrebbe a breve rendere obbligatoria per tutte le aziende.

La validazione obbligatoria è già in funzione, per rimanere alle realtà a noi più vicine, a Modena, Reggio Emilia, Ravenna e Verona ed è stata avviata in queste settimane anche a Firenze. In Europa è prassi abituale in tutte le principali città.

La validazione obbligatoria sarà progressivamente estesa anche ai mezzi ferroviari, secondo modalità che saranno tempestivamente comunicate agli utenti.
L’obiettivo di questa prima fase è abituare gradualmente i cittadini alla novità, anche per favorire abitudini (come estrarre l’abbonamento prima di salire a bordo) e individuare soluzioni (come dotare gli abbonati che lo desiderano di un badge per tenere l’abbonamento al braccio o al collo) che limitino al massimo anche questo rischio. Molti abbonati avvicinano la loro borsa o il loro portafoglio contenente l'abbonamento annuale all'obliteratrice. Se l'abbonamento è inserito in un taschino laterale della borsa o nel rientro del portafoglio la luce verde si aziona.
I verificatori di Tper utilizzeranno la necessaria flessibilità e buon senso per valutare caso per caso l’effettiva impossibilità, a fronte della quale non saranno comminate sanzioni anche al termine di questa prima fase.
L’autista non ha compiti di controllo contro l’evasione. Se si rende conto che qualcuno non ha validato può segnalarlo al verificatore se questi sale a bordo.

Il 25 agosto 2014 è partita la prima fase della validazione obbligatoria durante la quale è necessario che tutti si impegnino a validare per permettere all’azienda di testare il sistema e di porre rimedio a eventuali disservizi. Solo quando le nuove modalità saranno conosciute e assimilate i verificatori inizieranno a comminare sanzioni in caso di mancata validazione successiva alla prima. Questo passaggio sarà adeguatamente segnalato per tempo a tutti i cittadini.

La sanzione, quando sarà attivata, in caso di mancata validazione successiva alla prima, sarà pari a 6 euro come previsto dall’art. 40 della L.R. 30/1998 e successive modifiche e integrazioni.

Questa soluzione era stata sperimentata su una linea qualche anno fa, ma non era stata introdotta perché la normativa – che oggi è cambiata – non lo consentiva. Tper ritiene che ora questa soluzione possa essere introdotta nel trasporto extra e suburbano. A breve è prevista la partenza di un primo gruppo di macchine con il sistema ad accesso con tornello. Per il trasporto urbano riteniamo ancora prematura questa opzione visti i rilevanti problemi di incarrozzamento che si verrebbero a creare.

 Per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati

Ho saputo che esiste un servizio on-line che mi permette di vedere “I miei contrassegni” e di potere effettuare variazioni targhe e/o nuovi inserimenti, come posso fare per accedervi?

 Tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Ho ricevuto la lettera dal Comune di Bologna e da Tper sull’espansione del Piano Sosta ma voglio controllare che la/le targa/ghe della/e mia/e autovettura/e sono/siano inserite correttamente, come posso fare?

 Tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Potrai anche verificare se la/le targa/ghe della/e tua/e autovettura/e è/sono inserita/e correttamente.  

  • richiesta certificati anagrafici e di stato civile

  • servizi tributari: imposta di soggiorno

  • servizi del SUAP on-line

  • servizi abitativi

  • richiesta assegnazione annuale impianti sportivi

  • richiesta occupazione suolo pubblico

  • dichiarazioni per iscrizione elenco libere forme associative

  • i miei dati (visualizzare i dati certificati che ti riguardano: anagrafe, tributi, catasto, contrassegni ZTL)

Potrai sempre registrarti a FedEra in qualunque momento e regolarizzarti comodamente da casa ottenendo il titolo che ti permette la sosta gratuita. Per la registrazione a Federa vedi risposte precedenti.  

 Ad oggi, i servizi on-line, attivi dal 7/12/2015, possono essere utilizzati, previa registrazione a Federa, con credenziali ad alta affidabilità, solamente dai residenti coinvolti dall’espansione del nuovo Piano Sosta che, nella Corona semiperiferica, coinvolge i Quartieri Navile (Zona “I”), San Vitale (Zona “L”) e Santo Stefano (Zona “M”).

Nelle nuove zone non viene più emessa la tradizionale vetrofania da applicare/esporre sul parabrezza dell’autovettura (titolo cartaceo), ma viene emesso un titolo virtuale, il cosiddetto “titolo di sosta dematerializzato” per la sosta gratuita. I controlli sulla sussistenza dei titoli per la sosta gratuita (residenza e possesso del veicolo) saranno effettuati direttamente dal personale preposto (Ausiliari della Sosta TPER e Polizia Municipale) consultando in tempo reale la banca dati delle targhe autorizzate.

Viene rilasciata ai:

•residenti nelle zone interessate

•persone in possesso del veicolo/veicoli per uno dei seguenti titoli:

   •proprietà

   •contratto (di leasing, di noleggio)

   •comodato gratuito registrato

   • affidamento in uso esclusivo di auto aziendale (anche in aggiunta a titoli rilasciati per altro diritto di possesso,

      per un massimo di un veicolo aziendale per residente)  

La vetrofania virtuale è rilasciata immediatamente utilizzando il servizio on-line, ad eccezione del residente a cui sia affidato in uso esclusivo un'auto aziendale: in tal caso un operatore dello Sportello Contrassegni TPER verificherà on-line la documentazione presentata per valutare la possibilità di rilascio della vetrofania.

Non esistono limiti, l’importante è che il/i veicolo/i sia/siano in tuo possesso per uno dei seguenti titoli: proprietà, contratto (di leasing, di noleggio), comodato gratuito registrato, trascrizione sul libretto di circolazione, affidamento in uso esclusivo di auto aziendale (questo ultimo per un massimo di un veicolo aziendale per residente)

La vetrofania virtuale è emessa anche per ciclomotori e motoveicoli a tre o quattro ruote: per motivi di ingombro hanno l'obbligo di sostare negli stessi stalli degli autoveicoli.  

 L’espansione del Piano Sosta nella Corona semiperiferica coinvolge i Quartieri Navile (Zona “I”), San Vitale (Zona “L”) e Santo Stefano (Zona “M”)

S. Vitale: la via di confine tra le zone C ed L è via Bondi, sulla quale potranno parcheggiare i possessori di entrambe le vetrofanie C e L;
S. Stefano: la via di confine tra le zone D e M è via Masi, sulla quale potranno parcheggiare i possessori di entrambe le vetrofanie D e M.

Dove posso trovare un programma di realizzazione strisce blu per la nuova zona coinvolta dall’espansione del Piano Sosta; mi assenterò per un lungo periodo e vorrei evitare che mi rimuovessero l’autovettura ?

Vai a questa pagina dove potrai seguire lo sviluppo dei lavori di realizzazione della segnaletica verticale e orizzontale e di posa dei parcometri.  

 Ho saputo che il Comune di Bologna sta realizzando nuove zone gratuite per i residenti in corona semicentrale. Come posso sapere se la mia via di residenza rientra tra quelle coinvolte dall’espansione?

Vai all’indirizzo http://www.comune.bologna.it/trasporti/servizi/2:2983/33506/ troverai gli elenchi delle vie coinvolte dall’espansione del Piano Sosta.  

(in cui si paga esclusivamente la tariffa intera e dove, pertanto, non valgono nè gli abbonamenti alla sosta, nè la gratuità dei residenti con vetrofania)

Si tratta di aree contraddistinte da apposita segnaletica verticale VEDI LINK ALL'APPOSITA PAGINA DEL SITO del Comune

Le aree a rapida rotazione sono state concordate con i quartieri nelle seguenti localizzazioni:

 

NAVILE 
via Bentini (dal civico 47 al civico 67) 
via di Corticella (in prossimità dell'intersezione con via S.Anna fino al civico 252 circa) 
via Lipparini (dal civico 2 al civico 4) 
via London (dal civico 2 al civico 4) 
via Stoppato (da via Lipparini al civico 5) 

NAVILE via Bentini (dal civico 47 al civico 67) via di Corticella (in prossimità dell'intersezione con via S.Anna fino al civico 252 circa) via Lipparini (dal civico 2 al civico 4) via London (dal civico 2 al civico 4) via Stoppato (da via Lipparini al civico 5) 

 

S. VITALE

via Emilia Levante (da via Sigonio a fronte via Mainoldi)

via Massarenti (tra via Crociali e via Azzurra)

via Mazzini (da via Albertazzi a via Sigonio)

via Mengoli (da via Vizzani fino al civico 31)

S. STEFANO

via Dagnini (tra via degli Orti e via Ruggi lato civici dispari)

via Murri (tra via Silvagni e via Parisio)

via degli Orti (tra Silvagni e Dagnini, lato civici pari)

via Sigonio (tra via Mazzini e via Achillini)

 I residenti hanno diritto alla sosta gratuita in tutte le strisce blu (escluse solo quelle “a rapida rotazione” o a “tariffa intera”, che sono a pagamento per tutti) della propria Zona di appartenenza in base alla residenza, cioè “I” per il Quartiere Navile, “”L” per il Quartiere San Vitale, “M” per il Quartiere Santo Stefano.  

Il nuovo Piano prevede principalmente stalli a strisce blu, per la gran parte ordinarie (gratis per i residenti, a pagamento per gli altri) e in parte residuale “a rapida rotazione” (a pagamento per tutti), strisce gialle riservate ai veicoli con contrassegno handicap o al carico/scarico merci, e strisce bianche gratuite a disco orario nel rispetto della normativa.

No, il vigente Piano del Traffico non prevede più, a differenza del passato, la realizzazione di aree di sosta riservate ai soli residenti. Si è scelto di utilizzare le strisce blu che consentono l'utilizzo degli stalli di sosta su strada ad un'ampia fascia di utenti, benchè a pagamento, garantendo al contempo spazi gratuiti a favore dei residenti di ogni zona.

Sono residente in una delle vie fino ad ora escluse dal Piano Sosta e che dal 11 gennaio saranno invece ricomprese, non ho ricevuto la lettera in cui fornite le indicazioni su come ottenere la vetrofania virtuale oppure ho ricevuto la lettera ma i dati indicati sono errati visto che nel frattempo ho acquistato un nuovo veicolo, diverso da quello indicato sulla lettera

Dal 7 dicembre 2015 può chiedere on line la vetrofania virtuale a condizione che Lei o un componente del Suo nucleo familiare sia in possesso di credenziali “FedERa” ad alta affidabilità, che garantiscono un riconoscimento sicuro del richiedente (tutte le informazioni sulla registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). La registrazione a Federa può essere fatta subito.
Le richieste online dovranno essere effettuate entro venerdì 8 gennaio 2016: dopo tale data, chi non avrà provveduto a richiedere il titolo, anche se residente nelle zone interessate, sarà passibile di sanzione.


 Ho ricevuto la lettera dal Comune di Bologna, risiedo in una via coinvolta dall’ espansione del Piano Sosta e la/le targa/ghe della/e mia/e autovettura/e è/sono inserite correttamente, cosa devo fare?

 Nulla, il/i veicolo/i in suo possesso è/saranno dotato/i di un titolo dematerializzato per la sosta gratuita nel settore di residenza.

 Risiedo in una Zona di frangia, dall’ 8/1/16 la mia vecchia vetrofania viene convertita automaticamente in un titolo dematerializzato che mi autorizza alla sosta gratuita, questo vuol dire che non posso più parcheggiare gratuitamente nella vecchia Zona, ma solo nella nuova che mi è stata attribuita?

Il nuovo Piano Sosta comprende nuove vie alle quali verranno estese le strisce blu per la sosta gratuita dei residenti; alcune vie, seppure ricomprese nel precedente Piano Sosta, rientreranno nel nuovo. Ciò comporta semplicemente un cambio di Zona per i residenti di quelle vie cosiddette di “frangia”.

Non potrai più parcheggiare gratuitamente nella vecchia Zona.  

Se la via è inclusa nell'espansione del Piano Sosta (lo puoi verificare anche dagli elenchi presenti su questa pagina, nella sezione documenti), hai diritto alla vetrofania. Se nella tua via non ci sono le strisce può essere per 2 motivi:  
a) in ogni zona (nel rispetto del Codice della Strada) è presente un'area composta da strade in cui la sosta è gratuita per tutti per agevolare chi non è in possesso della vetrofania ma frequenta (perchè ci lavora/perchè ci abitano i familiari anziani...) la zona regolamentata. Trovi l'elenco di queste vie alla domanda nr. 6)
b) la via in cui abiti è regolamentata come "zona residenziale"(in queste vie: il canale stradale è stretto/sono a fondo cieco/non hanno il percorso pedonale su ambo i lati/ecc., in ogni caso  i pedoni hanno la precedenza su tutta la sede stradale) riconoscibile dalla segnaletica verticale (cartello in cui su fondo blu, sono rappresentati una casa, un albero e due bambini che giocano a pallone)

Non è purtroppo possibile accogliere la Sua richiesta perchè la via si trova al di fuori del perimetro previsto dal provvedimento di espansione del Piano Sosta nelle Zone periferiche, così come è stato definito ed approvato dagli atti di Consiglio e di Giunta, anche rispondendo ad esigenze di parcheggio e mobilità segnalati dai Quartieri stessi.
Oltre alla tutela della sosta residenziale il provvedimento promuove la rotazione della sosta in prossimità di zone a valenza commerciale, scoraggiare la sosta pendolare su strada, orientare l'utenza occasionale e pendolare verso l'uso dei parcheggi in struttura e delle aree di sosta di interscambio, e incentivare l'uso dei servizi di trasporto pubblico locale e ferroviario.
In ogni zona di nuova istituzione saranno riservati stalli senza tariffazione, preferibilmente in prossimità dei centri civici e sociali di quartiere, riconoscibili dalla segnaletica verticale (ad es. dal cartello di "zona residenziale" o dal cartello in cui è indicata su fondo blu la P di parcheggio e non sono presenti pannelli integrativi).

Ci sono poi intere vie incluse nell'espansione del Piano Sosta in cui la sosta è gratuita (di seguito l'elenco delle vie in cui, per tutta la via, non sono presenti strisce blu)

NAVILE

via Aimo

via Bedetti

via Byron

via delle Fonti

via della Luna

via Rolli

via S. Anna

via G. Secondo

via del Sole

via Zacchi

via Cechov (zona residenziale)

via Cicu (zona residenziale)

via Gatti (zona residenziale)

via Moliere (zona residenziale)

via Petazzoni (zona residenziale)

via Pesci (zona residenziale)

via Pilati (zona residenziale)

via Zanichelli (zona residenziale)

 

S. VITALE

via dell'Argine

Largo Molina

via della Rampa

via Smeraldo

via Agnesi da via Vela a fondo cieco (zona residenziale)

via Crociali (zona residenziale)

 

S. STEFANO

via Gigli

via Malvolta

via Protti

 No, alla data del 12 ottobre 2015, dagli incroci effettuati sulle banche dati tra l’Anagrafe del Comune di Bologna e la Motorizzazione Civile sono stati emessi in automatico i titoli di sosta dematerializzati per la sosta gratuita.

Per eventuali modifiche relative al/ai tuo/i titolo/i di sosta gratuita, tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

 No, i titoli dematerializzati di sosta gratuita spettano solamente a chi risiede nelle vie e civici coinvolti dall’espansione del Piano Sosta.  

 

Tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

In tal modo potrai ottenere la tua vetrofania dematerializzata.  

 Gli ospiti dei residenti delle nuove zone coinvolte dall’espansione del Piano Sosta possono parcheggiare gratuitamente?

No, solamente i residenti autorizzati possono parcheggiare gratuitamente; gli ospiti potranno parcheggiare nelle strisce blu solo pagando la sosta.

E’ necessario "optare" per la sosta gratuita in una sola zona.

Non sono proprietario/possessore di alcun veicolo, ma ne acquisterò uno; risiedo in una delle vie coinvolte dall’espansione del Piano Sosta, come posso ottenere una vetrofania per sostare gratuitamente?

 

Tu oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Potrai quindi richiedere la vetrofania dematerializzata utilizzando i servizi-on-line.

In famiglia siamo proprietari di 3 veicoli; sarà possibile avere per tutti e 3 i veicoli i contrassegni per la sosta gratuita?

 Si, nella corona semicentrale tutti i veicoli di proprietà del residente possono avere i titoli dematerializzati di sosta gratuita.

Si, saranno realizzate aree per la sosta delle moto, posizionate secondo le indicazioni ricevute dai Quartieri, nelle vie di seguito indicate

 Navile

 in via Bentini

in via del Tuscolano

in via Gortani

in via Lipparini

in via Stoppato

 S. Vitale

 in via Agnesi

in via Crociali

in via Fossolo

in via Mazzini

in via Montanari

in via Padoa

in via Rimesse

in via Schiassi

in via Venturoli

in via Vizzani  

 S.Stefano

in via Achillini

in via Alberti

in via Laura Bassi Veratti

in via Murri

in via degli Orti

in via Ruggi

in via Sigonio

 

Eventuali stalli moto aggiuntivi potranno essere realizzati anche in corso d'opera, a seconda delle effettive geometrie presenti allo stato dei luoghi.

Il nuovo Piano Sosta comprende nuove vie alle quali verranno estese le strisce blu per la sosta gratuita dei residenti; alcune vie, seppure ricomprese nel precedente Piano Sosta, rientreranno nel nuovo. Ciò comporta semplicemente un cambio di Zona per i residenti di quelle vie cosiddette di “frangia”.

Fino al 7 gennaio 2015 chi risiede nelle vie di frangia ed è già in possesso di una vetrofania (quella della precedente Zona di appartenenza), non deve fare nulla in quanto dall’ 8 gennaio 2016, in automatico, gli verrà sostituita la vecchia vetrofania con quella nuova dematerializzata.

Nulla, in automatico il giorno 8 gennaio 2016, il sistema provvederà automaticamente a cessare le vecchie vetrofanie ed a convertirle in nuovi titoli di sosta dematerializzati per la sosta gratuita.

Se intendi parcheggiare gratuitamente nella vecchia Zona (cioè non vuoi/puoi aspettare l’8/01/2016, quando la conversione dalla Zona in cui risiedi a quella nuova, che comporterà solo un cambio di lettera, avverrà in automatico), devi richiedere la vetrofania secondo la vecchia procedura, cioè rivolgerti all’Ufficio Contrassegni di TPER. Allo sportello TPER, fino al 7/01/2016 ti verrà rilasciata una vetrofania cartacea che, tuttavia, sarà valida solamente fino al 7/01/ 2016. Dopo tale data verrà fatta la conversione automatica della vetrofania che ti viene rilasciata nel nuovo titolo di sosta dematerializzato. Quindi non dovrai più rivolgerti allo sportello TPER.

Se non hai una urgenza/esigenza particolare a richiedere la “vecchia vetrofania cartacea”, è più conveniente registrari a Federa sin da subito (vedi modalità di registrazione a Federa nelle FAQ precenti), e dall’8/01/2016 potrai ottenere il/i tuo/i titolo/i di sosta gratuita dematerializzata/i , senza rivolgerti a sportello.  

Chi ha diritto all'abbonamento gratuito? (4)

Gli abbonamenti gratuiti per i bambini sono frutto di un'iniziativa dei Comuni Bologna, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena e Granarolo nell'Emilia. Ogni Comune definisce i criteri per l'emissione degli abbonamenti, di seguito il dettaglio per singolo comune.

A Granarolo nell'Emilia hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2006 e il 2010.

I nati fra il 2006 e il 2010 hanno ricevuto a maggio 2016 l'Abbonamento bambini Città di Granarolo nell'Emilia. Perché sia valido e utilizzabile su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna e nella zona di Granarolo, è sufficiente applicare una foto del titolare. L'abbonamento è valido fino al 31/08/2017


Hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 1 gennaio 2006 e il 31 dicembre 2011.

 

I nati fra il 2006 e il 2011 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di San Lazzaro di Savena. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare. L'abbonamento è valido fino al 31/08/2017


A Casalecchio di Reno hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2006 e il 2011.

I nati fra il 2006 e il 2011 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di Casalecchio di Reno. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare.

A Bologna hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2003 e il 2012.

I nati dal 2012 al 2006 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di Bologna. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare.

 

I nati dal 2005 al 2003 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento ragazzi comune di Bologna. Quest'ultimo, come l'abbonamento bambini, è da subito utilizzabile su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna e deve essere sostituito gratuitamente entro il 31/01/2017 con una tessera MiMuovo, presso un punto TPER.

 



Nel caso di nuovi residenti dei comuni di Granarolo nell'Emilia, Casalecchio di Reno e San Lazzaro di Savena, è necessario contattare il Comune di residenza.

Per i soli nuovi residenti del Comune di Bologna è possibile scrivere all'indirizzo email abbonamenti.scuole@tper.it

Se sei residente nei comuni di Bologna, Casalecchio di Reno, Granarolo nell'Emilia o San Lazzaro di Savena e hai un figlio o una figlia che avrebbe dovuto ricevere l'abbonamento, ma non l'ha ancora ricevuto

Attendi fino all'11 settembre

La spedizione degli abbonamenti avviene a fine agosto. Non tutte le lettere vengono consegnate contemporaneamente e anche persone che abitano nella stessa zona potrebbero ricevere la lettera in giorni diversi.

Dal 12 settembre è possibile recarsi presso i punti TPER Autostazione e Marconi 4 per richiedere gratuitamente un duplicato della tessera di abbonamento per gli aventi diritto fino al 31 ottobre. 

Dopo il 31 ottobre i duplicati verranno rilasciati ad un costo di 5 euro.

Prima di recarti in biglietteria puoi verificare che il nome del bambino sia nell'elenco degli aventi diritto contattando il callcenter TPER di Bologna al numero 051 290290.

Puoi scaricare il modulo di richiesta in formato.DOC da questo LINK o .PDF da questo link per portarlo in biglietteria già compilato.