Domande frequenti

Le validazioni del biglietto ordinario o del biglietto giornaliero successive alla prima, effettuate all’interno del periodo di validità, non prorogano la validità del titolo di viaggio, che decorre sempre dalla prima timbratura (75 minuti per il biglietto ordinario e 24 ore per il giornaliero). Al primo trasbordo viene stampata una riga ulteriore con la scritta "CONTINUA". Ciò indica che si sta proseguendo il viaggio senza consumare ulteriori corse.
Le convalide successive alla prima non estendono la validità della corsa che rimane di 75 minuti dalla prima validazione. Per i successivi trasbordi la regolarità del titolo viene indicata esclusivamente dalla luce verde sulla validatrice, per non raggiungere il limite delle righe stampabili disponibili sul titolo stesso.

I verificatori sono stati formati per fornire tutte le informazioni e i chiarimenti sulla validazione obbligatoria. Per eventuali richieste specifiche è possibile contattare tiper attraverso i canali ufficiali
Vanno mostrati all’autista, salendo dalla porta anteriore, il biglietto ordinario acquistato a bordo, se si sale su un secondo mezzo nell’arco di tempo della sua validità (75 minuti), l’abbonamento Mi muovo ferroviario e l’abbonamento Mi muovo Citypiù
No, le validazioni successive alla prima del Citypass e degli altri titoli multicorse all’interno del periodo di validità (75 minuti per il Citypass, durate diverse a seconda delle zone per il Tesserino Metropolitano) non consumano altre corse e non prorogano la validità della corsa, che decorre sempre dalla prima timbratura.

Al primo trasbordo viene stampata una riga ulteriore con la scritta "CONTINUA". Ciò indica che si sta proseguendo il viaggio senza consumare ulteriori corse.
Le convalide successive alla prima non estendono la validità della corsa che rimane di 75 minuti dalla prima validazione. Per i successivi trasbordi la regolarità del titolo viene indicata esclusivamente dalla luce verde sulla validatrice, per non raggiungere il limite delle righe stampabili disponibili sul titolo stesso.

Sì, l'autista segnalerà il problema agli operatori. Per ottenere il rimborso del titolo può recarsi in un punto TPER o utilizzare il sito web dell'azienda attraverso il modulo reclami o il modulo rimborsi, indicando per l'evento in questione data, ora, linea e matricola del mezzo.

La maggior parte dei titoli trattenuti dalla validatrice sono titoli danneggiati o deteriorati, ricorda, tutti i titoli vanno conservati integri e riconoscibili - >> vai alla pagina di dettaglio per saperne di più

I dati, incamerati nel database di Tper, vengono resi automaticamente anonimi e memorizzati per analisi statistiche sui flussi che permetteranno di pianificare meglio il servizio.
I dati di convalida riferiti ai singoli abbonati vengono resi anonimi entro le 72 ore dalla loro trasmissione al database della società. Una procedura informatizzata che garantisce l'anonimato - in adempimento a quanto prescritto dal Garante sulla privacy - elimina in automatico il link del record di validazione con l'anagrafica degli utenti, per cui non è possibile risalire agli spostamenti del singolo utente.
Sì, tranne gli abbonamenti integrati ferroviari con Trenitalia.
La validazione obbligatoria richiede un cambio di abitudini soprattutto per gli abbonati. Si tratta di un piccolo gesto, utile però a rendere più efficace la lotta all’evasione e a mettere in condizione l’azienda di migliorare ancora il servizio, senza aumentarne il costo. Dal 2015 TPER ha previsto concorsi a premio che premiano gli abbonati annuali che validano correttamente il proprio abbonamento. scopri di più

Se ti è possibile, segnala il difetto all'autista e prova ad utilizzare la seconda macchina validatrice. Se invece è il titolo ad essere difettoso devi rivolgerti alla biglietteria per la sostituzione

Sui Bus extraurbani, che per la tipologia di servizio lo consentono, gli autisti possono vendere biglietti. Sui Bus urbani frequenza e affluenza non permetterebbero di delegare all'autista questo compito. Tuttavia sulla stragrande maggioranza dei mezzi urbani è disponibilie un'emettitrice di bordo.

L'art 40 della L.R. 30/98 e succ. modifiche e integrazioni, non stabilisce un termine per avviare la validazione obbligatoria, ma è allo studio a livello nazionale una normativa che la potrebbe a breve rendere obbligatoria per tutte le aziende.

La validazione obbligatoria sarà progressivamente estesa anche ai mezzi ferroviari, secondo modalità che saranno tempestivamente comunicate agli utenti.
I verificatori di Tper utilizzeranno la necessaria flessibilità e buon senso per valutare caso per caso l’effettiva impossibilità, a fronte della quale non saranno comminate sanzioni.
L’autista non ha compiti di controllo contro l’evasione. Se si rende conto che qualcuno non ha validato può segnalarlo al verificatore se questi sale a bordo.

Nel corso degli ultimi anni sono stati introdotti tornelli all'accesso dei Bus sulle linee 16, 29, 60 e 90.

I tornelli vengono aperti automaticamente ogni volta che si valida un titolo di viaggio.

 Per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati

Ho saputo che esiste un servizio on-line che mi permette di vedere “I miei contrassegni” e di potere effettuare variazioni targhe e/o nuovi inserimenti, come posso fare per accedervi?

 Tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Ho ricevuto la lettera dal Comune di Bologna e da Tper sull’espansione del Piano Sosta ma voglio controllare che la/le targa/ghe della/e mia/e autovettura/e sono/siano inserite correttamente, come posso fare?

 Tu, oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Potrai anche verificare se la/le targa/ghe della/e tua/e autovettura/e è/sono inserita/e correttamente.  

  • richiesta certificati anagrafici e di stato civile

  • servizi tributari: imposta di soggiorno

  • servizi del SUAP on-line

  • servizi abitativi

  • richiesta assegnazione annuale impianti sportivi

  • richiesta occupazione suolo pubblico

  • dichiarazioni per iscrizione elenco libere forme associative

  • i miei dati (visualizzare i dati certificati che ti riguardano: anagrafe, tributi, catasto, contrassegni ZTL)

Potrai sempre registrarti a FedEra in qualunque momento e regolarizzarti comodamente da casa ottenendo il titolo che ti permette la sosta gratuita. Per la registrazione a Federa vedi risposte precedenti.  

 Ad oggi, i servizi on-line, attivi dal 7/12/2015, possono essere utilizzati, previa registrazione a Federa, con credenziali ad alta affidabilità, solamente dai residenti coinvolti dall’espansione del nuovo Piano Sosta che, nella Corona semiperiferica, coinvolge i Quartieri Navile (Zona “I”), San Vitale (Zona “L”) e Santo Stefano (Zona “M”).

Nelle nuove zone non viene più emessa la tradizionale vetrofania da applicare/esporre sul parabrezza dell’autovettura (titolo cartaceo), ma viene emesso un titolo virtuale, il cosiddetto “titolo di sosta dematerializzato” per la sosta gratuita. I controlli sulla sussistenza dei titoli per la sosta gratuita (residenza e possesso del veicolo) saranno effettuati direttamente dal personale preposto (Ausiliari della Sosta TPER e Polizia Municipale) consultando in tempo reale la banca dati delle targhe autorizzate.

Viene rilasciata ai:

•residenti nelle zone interessate

•persone in possesso del veicolo/veicoli per uno dei seguenti titoli:

   •proprietà

   •contratto (di leasing, di noleggio)

   •comodato gratuito registrato

   • affidamento in uso esclusivo di auto aziendale (anche in aggiunta a titoli rilasciati per altro diritto di possesso,

      per un massimo di un veicolo aziendale per residente)  

La vetrofania virtuale è rilasciata immediatamente utilizzando il servizio on-line, ad eccezione del residente a cui sia affidato in uso esclusivo un'auto aziendale: in tal caso un operatore dello Sportello Contrassegni TPER verificherà on-line la documentazione presentata per valutare la possibilità di rilascio della vetrofania.

Non esistono limiti, l’importante è che il/i veicolo/i sia/siano in tuo possesso per uno dei seguenti titoli: proprietà, contratto (di leasing, di noleggio), comodato gratuito registrato, trascrizione sul libretto di circolazione, affidamento in uso esclusivo di auto aziendale (questo ultimo per un massimo di un veicolo aziendale per residente)

La vetrofania virtuale è emessa anche per ciclomotori e motoveicoli a tre o quattro ruote: per motivi di ingombro hanno l'obbligo di sostare negli stessi stalli degli autoveicoli.  

Il nuovo Piano Sosta comprende nuove vie alle quali verranno estese le strisce blu per la sosta gratuita dei residenti; alcune vie, seppure ricomprese nel precedente Piano Sosta, rientreranno nel nuovo. Ciò comporta semplicemente un cambio di Zona per i residenti di quelle vie cosiddette di “frangia”.

Fino al 7 gennaio 2015 chi risiede nelle vie di frangia ed è già in possesso di una vetrofania (quella della precedente Zona di appartenenza), non deve fare nulla in quanto dall’ 8 gennaio 2016, in automatico, gli verrà sostituita la vecchia vetrofania con quella nuova dematerializzata.

Nulla, in automatico il giorno 8 gennaio 2016, il sistema provvederà automaticamente a cessare le vecchie vetrofanie ed a convertirle in nuovi titoli di sosta dematerializzati per la sosta gratuita.

Se intendi parcheggiare gratuitamente nella vecchia Zona (cioè non vuoi/puoi aspettare l’8/01/2016, quando la conversione dalla Zona in cui risiedi a quella nuova, che comporterà solo un cambio di lettera, avverrà in automatico), devi richiedere la vetrofania secondo la vecchia procedura, cioè rivolgerti all’Ufficio Contrassegni di TPER. Allo sportello TPER, fino al 7/01/2016 ti verrà rilasciata una vetrofania cartacea che, tuttavia, sarà valida solamente fino al 7/01/ 2016. Dopo tale data verrà fatta la conversione automatica della vetrofania che ti viene rilasciata nel nuovo titolo di sosta dematerializzato. Quindi non dovrai più rivolgerti allo sportello TPER.

Se non hai una urgenza/esigenza particolare a richiedere la “vecchia vetrofania cartacea”, è più conveniente registrari a Federa sin da subito (vedi modalità di registrazione a Federa nelle FAQ precenti), e dall’8/01/2016 potrai ottenere il/i tuo/i titolo/i di sosta gratuita dematerializzata/i , senza rivolgerti a sportello.  

Non sono proprietario/possessore di alcun veicolo, ma ne acquisterò uno; risiedo in una delle vie comprese nel Piano Sosta, come posso ottenere una vetrofania per sostare gratuitamente?

 

Tu oppure un componente del tuo nucleo familiare dovete registrarvi a Federa (per tutte le informazioni della registrazione a Federa, su cosa significa alta affidabilità e sui servizi offerti: https://servizi.comune.bologna.it/registrati). Effettuata tale registrazione, che dovrà essere ad alta affidabilità, con le credenziali FedERa, potrai accedere al sito Iperbole del Comune di Bologna nella sezione “I miei contrassegni” ove avrai a tua disposizione varie funzionalità, ad esempio: cambio targa, comunicazione targa giornaliera (solo per contrassegni H), cessazione, richiesta nuova vetrofania, richiesta nuovo contrassegni residenti. Il servizio On-line è attivo dal 7 dicembre 2015. La registrazione a Federa potrai farla in qualunque momento.

Potrai quindi richiedere la vetrofania dematerializzata utilizzando i servizi-on-line.

E’ necessario "optare" per la sosta gratuita in una sola zona.

Chi ha diritto all'abbonamento gratuito? (4)

Gli abbonamenti gratuiti per i bambini sono frutto di un'iniziativa dei Comuni Bologna, Casalecchio di Reno, San Lazzaro di Savena e Granarolo nell'Emilia. Ogni Comune definisce i criteri per l'emissione degli abbonamenti, di seguito il dettaglio per singolo comune.

A Granarolo nell'Emilia hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2006 e il 2010.

I nati fra il 2006 e il 2010 hanno ricevuto a maggio 2016 l'Abbonamento bambini Città di Granarolo nell'Emilia. Perché sia valido e utilizzabile su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna e nella zona di Granarolo, è sufficiente applicare una foto del titolare. L'abbonamento è valido fino al 31/08/2017


Hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 1 gennaio 2006 e il 31 dicembre 2011.

 

I nati fra il 2006 e il 2011 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di San Lazzaro di Savena. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare. L'abbonamento è valido fino al 31/08/2017


A Casalecchio di Reno hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2006 e il 2011.

I nati fra il 2006 e il 2011 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di Casalecchio di Reno. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare.

A Bologna hanno diritto all'abbonamento gratuito tutti i nati fra il 2003 e il 2012.

I nati dal 2012 al 2006 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento bambini Comune di Bologna. Perché sia valido e utilizzabile da subito su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna, è sufficiente applicare una foto del titolare.

 

I nati dal 2005 al 2003 hanno ricevuto o riceveranno l'Abbonamento ragazzi comune di Bologna. Quest'ultimo, come l'abbonamento bambini, è da subito utilizzabile su tutte le linee dell'Area Urbana di Bologna e deve essere sostituito gratuitamente entro il 31/01/2017 con una tessera MiMuovo, presso un punto TPER.

 



Nel caso di nuovi residenti dei comuni di Granarolo nell'Emilia, Casalecchio di Reno e San Lazzaro di Savena, è necessario contattare il Comune di residenza.

Per i soli nuovi residenti del Comune di Bologna è possibile scrivere all'indirizzo email abbonamenti.scuole@tper.it