Aziende e Mobility Management

Cosa si intende per Mobility Management

Nel Decreto Ministeriale del 28/3/1998 (decreto Ronchi), orientato alla promozione di forme di mobilità per le aziende o enti pubblici con singole unità locali con più di 300 dipendenti o con complessivamente più di 800 addetti, viene previsto di adottare un Piano degli Spostamenti Casa-Lavoro (PSCL) quale strumento finalizzato alla riduzione dell’utilizzo del mezzo di trasporto privato individuale ed una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico.

 
I Piani di Mobilità sono strumenti che consentono di capire i problemi di mobilità di un'area specifica e di intervenire per ridurre in problemi con interventi mirati e il più possibile ecocompatibili. In genere si parte da un questionario specifico, la cui analisi consente di capire i problemi più sentiti dagli interessati al traffico e all'accessibilità ad una specifica area. Ove possibile si realizzano interventi atti a favorire comportamenti ecosostenibili e a migliorare, se possibile, le condizioni di viabilità e di parcheggio, si studiano inoltre provvedimenti a favore del trasporto pubblico e si incrementa l'informazione generalizzata sull'uso dei mezzi pubblici.

 
Il decreto prevede la nomina del Mobility Manager Aziendale quale coordinatore incaricato per l’attuazione del Piano e responsabile dei collegamenti con le strutture Comunali e le Aziende di trasporto.

 

La definizione degli accordi e le convenzioni TPER

Le Aziende / Enti interessate presentano, per l'approvazione, il Piano al Mobility Manager d'Area / Direttore del Settore Mobilità Urbana. Seguono proposte concordate con il Comune per informare gli interessati di tutte le opportunità già esistenti o da creare per incrementare l'uso del trasporto pubblico o di mezzi a basso impatto ambientale.

 
Tra il Comune di Bologna e TPER SpA è stato stipulato l’Accordo generale volto all’attuazione dei provvedimenti di Mobility Management e finalizzato ad incentivare l'utilizzo del trasporto pubblico locale come mezzo per gli spostamenti casa-lavoro, istituendo tariffe agevolate per i dipendenti delle Aziende/Enti.
Secondo tale accordo TPER si impegna a contribuire con un'agevolazione tariffaria pari al 5% del valore facciale dell’abbonamento annuale personale ordinario (urbano, extraurbano con l’integrazione all’area urbana, comprese le ferrovie TPER Bologna-Portomaggiore e Bologna - Vignola) a fronte di impegno delle Aziende/Enti di un contributo minimo del 5% su tale valore facciale;TPER all'interno di queste convenzioni può emettere anche abbonamenti annuali integrati treno + bus "Mi Muovo". In questi casi, però, non viene praticato alcuno sconto.

 
TPER inoltre si riserva la facoltà di applicare anche altre forme di maggiore agevolazione ferme restando le condizioni di accesso ai benefici (Presentazione del Piano di Mobilità) finanziando uno sconto maggiore o uguale al 5% sugli abbonamenti annuali.
Viene, pertanto, stipulato specifico Accordo tra le Aziende/Enti e TPER che, facendo seguito all’impegno delle Aziende/Enti di attuare il Piano degli Spostamenti approvato con Delibera di Giunta del Comune di Bologna, prevede le modalità di erogazione e attuazione della fornitura degli abbonamenti annuali al Trasporto Pubblico Locale per i dipendenti.

 

Registrazione al sistema e richiesta abbonamenti (aziende già aderenti)

I dipendenti delle aziende e degli enti che già aderiscono a questa iniziativa possono utilizzare il sistema di prenotazione on-line; sono necessari username e password, distribuiti dai rispettivi Mobility Manager.
Accedi alla pagina per la registrazione e per la richiesta di abbonamento annuale.


Aziende enti e amministrazioni convenzionate

Hanno già convenzioni con TPER quasi 30 soggetti pubblici e privati

Elenco delle amministrazioni, enti e aziende che hanno convenzioni di Mobility Management con TPER

aziende mobility management

(ACER, ALFA WASSERMANN, Arpa, ASP CITTÀ DI BOLOGNA, AUSL BOLOGNA, AZIENDA OSPEDALIERA FE, CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA, COMUNE DI BOLOGNA, COMUNE DI IMOLA, COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA, CNH INDUSTRIAL, CRAL Telecom , Enea, ENEL, Er.Go, Ervet, GD, GRUPPO HERA, IOR ISTITUTO RIZZOLI, Lepida , MARPOSS, POLICLINICO S.ORSOLA-MALPIGHI, POSTE ITALIANE, PROVINCIA DI FERRARA, REGIONE EMILIA-ROMAGNA, UNIPOL SPA, UNIVERSITÀ DI BOLOGNA, UNIVERSITA’ DI FERRARA)