CORONAVIRUS: tutto ciò che serve sapere relativamente al trasporto pubblico a Bologna e Ferrara


Tper SpA, che eroga i servizi di trasporto pubblico nei territori di Bologna e Ferrara, ha messo in campo un piano straordinario integrativo rispetto a quanto già avviene abitualmente, relativamente alla disinfezione dei mezzi impiegati in linea, declinando in logica operativa i provvedimenti di prevenzione della Regione Emilia-Romagna in relazione al Coronavirus.

In particolare:

  • Ad ogni rientro in deposito dei bus viene effettuato un intervento mirato di disinfezione con utilizzo di prodotti a base di ipoclorito di sodio o di prodotti similari a base di cloro con la medesima efficacia. Particolare attenzione viene dedicata al posto guida del conducente, e alle parti di maggiore contatto, tra cui tutti i mancorrenti, gli appoggi e i sedili.
  • Durante le previste operazioni di manutenzione è disposta la pulizia straordinaria con sanificazione dei filtri aria degli impianti di riscaldamento e condizionamento;
  • E’ disposta, la periodica vaporizzazione con prodotti specifici a base di cloro sull’intero mezzo.

Sui bus Tper impianti di aerazione a doppio filtraggio: un’ulteriore garanzia di igiene e sicurezza

 

Sui mezzi potenziato il sistema di filtraggio dell’aria.

Nel trasporto pubblico, dall’inizio dell’emergenza pandemica, sono state adottate misure stringenti per la prevenzione ed il contenimento del contagio da Covid-19.

Fondamentale poi il completo ricambio dell'aria interna dei veicoli, garantito mediamente ogni 2-3 minuti per effetto degli impianti di aerazione.

Agli effetti dei sistemi di climatizzazione si deve aggiungere un ricambio completo dell’aria sul bus ogni tre fermate che si traduce, in un contesto urbano, in un ulteriore rinnovo dell’aria 15 volte ogni ora. Per questi motivi quindi un autobus non deve essere considerato un sistema “chiuso”.

Sin dall’inizio dell’emergenza Covid, Tper assieme all’Alma Mater ha svolto studi e verificato le molte opzioni possibili acquisendo esperienze che potranno essere utili anche al di là della fase pandemica.

In particolare sul fronte dei filtri sono state svolte analisi e indagini in team con l’Università di Bologna - Dipartimenti di Scienze Biomediche e di Ingegneria – ed è stata messa in campo una sperimentazione, iniziata su 100 bus e oggi estesa progressivamente all’intera flotta.

I mezzi Tper entro l’autunno saranno quindi tutti dotati di un sistema di doppia filtrazione dell’aria.

Il lavoro, effettuato nei mesi scorsi, ha infatti evidenziato che il raddoppio del filtraggio dell’aria di ricircolo è una misura che migliora ulteriormente la qualità dell’aria. Tali conclusioni sono state certificate da parte dell’Università di Bologna e questo ha convinto Tper, seppur senza avere registrato criticità e non dovendo rispettare obblighi di legge, ad investire nel doppio filtraggio su tutti i mezzi.

L’installazione sarà completata entro l’autunno e rimarrà anche oltre l’attuale emergenza sanitaria come ulteriore strumento di miglioramento della qualità dell’ambiente di viaggio.

 

 

Ampliati i canali di vendita smart e digitali

Sia per l’acquisto di biglietti che di abbonamenti

tramite il sito tper e le app Roger e Muver

il pagamento contactless a bordo mezzi 

le emettitrici automatiche presenti in Stazione Centrale a Bologna

gli sportelli bancomat

le rivendite (elenco)

 

Per informazioni è attivo dalle 07:00 alle 20:00 il callcenter al numero 051 290290

 

Categoria della News: 

Data: 

Mercoledì, 26 Febbraio, 2020