23 luglio: sciopero nazionale USB - Modalità per i servizi Tper

Il coordinamento locale dell’Organizzazione Sindacale USB Lavoro Privato – Settore Trasporti ha comunicato l’adesione allo sciopero nazionale di 4 ore di tutte le aziende del TPL indetto da USB Lavoro Privato per venerdì 23 luglio.

Si riportano di seguito le modalità previste per servizi di bus e altre attività di competenza di Tper:

Per il personale viaggiante dei servizi automobilistici e filoviari Tper dei bacini di servizio di Bologna e Ferrara (bus e corriere) lo sciopero si svolgerà dalle ore 11.00 alle ore 15.00 di venerdì 23 luglio.

Negli orari di sciopero, i servizi di trasporto pubblico urbano, suburbano ed extraurbano non saranno garantiti.

Più precisamente, prima dello sciopero:

  • per i bus urbani, suburbani ed extraurbani del bacino di Bologna saranno garantite solamente le corse dal capolinea centrale verso periferia, e viceversa, con orario di partenza fino alle ore 10.45.
  • per le linee urbane di Imola verranno garantite tutte le corse complete in partenza dalla stazione ferroviaria, o dall'autostazione, fino alle ore 10.50.
  • per i mezzi urbani, extraurbani e del servizio Taxibus di Ferrara saranno garantite solamente le corse dai capilinea periferici, centrali e intermedi con orario di partenza fino alle ore 10.45.

 

Per effetto degli scioperi, a Bologna, gli sportelli Tper di via San Donato 25, attivi per il rilascio di contrassegni per le aree regolamentate dal Piano Sosta, potranno essere chiusi o subire una riduzione dei servizi.

Negli orari di sciopero, al call-center telefonico 051-290290 sarà garantita la presenza di un operatore.

Lo sciopero riguarda anche:

  • il personale addetto all’area Sosta e Mobilità di Tper, per il quale saranno garantite le prestazioni, riferite alle attività di prevenzione e accertamento delle violazioni di cui alla Legge 127/97, relative a tre turni mattinali e tre turni pomeridiani di Operatori Qualificati della Mobilità;
  • il personale dedicato al servizio “Marconi Express”, la cui astensione è prevista dalle ore 11 alle ore 15.

L'Azienda adotterà ogni misura tecnico-organizzativa utile ad agevolare, al termine dello sciopero, un più celere ed integrale ripristino del servizio.

 

 

-----------------------------------------------------------------------
Ai sensi di legge, si riportano le motivazioni per le quali l’Organizzazione Sindacale USB Lavoro Privato ha indetto lo sciopero nazionale del TPL:

“Lo sciopero viene indetto contro le politiche sul lavoro del Governo. L’iniziativa di astensione al lavoro viene dichiarata per rivendicare: la nazionalizzazione dei settori e aziende strategici; la riduzione dell’orario di lavoro per contrastare gli effetti negativi della rivoluzione tecnologica; il superamento dei penalizzanti salari d’ingresso garantendo l’applicazione contrattuale di primo e secondo livello ai neoassunti; la sicurezza dei lavoratori e del servizio, introduzione del reato di omicidio sul lavoro; il salario minimo per legge contro la pratica dei contratti atipici e lotta al precariato; la lotta a qualunque forma di discriminazione di genere, al razzismo e al sessismo; lo sviluppo di un sistema di ammortizzatori sociali, adeguati al contesto post pandemico; il blocco dei licenziamenti e nessuna liberalizzazione degli appalti; il libero esercizio del diritto di sciopero nei servizi pubblici essenziali; reali penalità economiche a carico delle aziende sui ritardi dei rinnovi contrattuali ed adeguati recuperi salari; una legge sulla rappresentanza che superi il monopolio costruito sulle complicità tra le OO.SS. e le associazioni datoriali di categoria”

 

-----------------------------------------------------------------------
Ai sensi di legge, si precisa, inoltre, che le percentuali di adesione degli ultimi due scioperi di 4 ore proclamati dalla stessa organizzazione sindacale - svoltisi il 25/09/2020 e il 12/05/2021 - sono state rispettivamente del 26,49% e del 40,3%.

Categoria della News: 

Data: 

Venerdì, 16 Luglio, 2021